ATS Brianza (ex ASL Lecco)  
TrovaCERCA 
  SEDI E ORARIPRESTAZIONIMEDICIFARMACIESTRUTTURERSA 
 mer 29 marzo 2017
Azienda
 » Presentazione
 » Direzione
 » Dipartimenti
 » Distretti
 » Presìdi
 » Codice etico
 » Documenti, studi, relazioni
Servizi ai cittadini
 » Animali - Canile online
 » Animali
 » Amministratore di sostegno
 » Assistenza Farmaceutica
 » Assistenza Protesica
 » Assistenza Sanitaria
 » Balneabilità
 » Bollettino Pollini
 » Conciliazione
 » Consultori familiari
 » Cure domiciliari
 » Dipendenze
 » Disabili e Valutazione Fragilità
 » FAQ
 » Farmaci
 » Formazione
 » Guardia medica
 » Il medico e il pediatra
 » Invalidità civile
 » Laboratorio di Prevenzione
 » Libera professione
 » Malattie infettive
 » Malattie rare
 » Medicina dello Sport
 » Rimborsi
 » Salute mentale
 » Screening oncologici
 » Sociale
 » Ticket
 » Terme
 » Trapianti
 » Trasporto sanitario
 » Vaccinazioni
Servizi alle aziende
 » Comitato Provinciale di Coordinamento Salute Sicurezza Ambienti di Lavoro
 » Allevamenti e zootecnia
 » Ambienti di vita e abitato
 » SCIA
 » Impiantistica
 » Laboratorio di Prevenzione
 » Sicurezza alimentare
 » Sicurezza luoghi di lavoro
 » Visite fiscali
 » FAQ
Risorse sul territorio
 » Prestazioni ASL
 » Sedi ASL e orari
 » Tempi d'attesa
 » Medici di famiglia
 » Farmacie e turni
 » RSA - Case di riposo
 » Strutture accreditate
Promozione della salute
 » Coord prov Promosal
 » Definizione
 » Alcol
 » Alimentazione corretta
 » Benessere animale
 » Benessere psicologico
 » Contrasto gioco azzardo
 » Contrasto al fumo
 » Formatori/decisori
 » Nuove dipendenze
 » Prev. cardiovascolare
 » Attività fisica
 » Stili di vita
 » Rete aziende WHP
 » Rete scuole SPS
 » Sicurezza domestica
 » Sicurezza stradale
 » Sostanze
 » Bacheca della salute
 » Gallerie fotografiche
 » Questionari stili di vita
Pubblicità legale
 » Albo aziendale
Carta dei Servizi
 » Carta dei servizi
 » Dip. Amministrativo
 » Dip. Fragilità
 » Dip. Programmazione Acquisto e Controllo
 » Dip. Cure Primarie
 » Dip. di Prevenzione Medica
 » Dip. di Prevenzione Veterinaria
 » Dip. Attività Socio Sanitarie Integrate - ASSI
 » Dip. delle Dipendenze
Contatti
 » URP - Uff. Relazioni Pubblico
 » Scrivi alla ASL
 » Ufficio pubblica tutela
 » Indirizzi posta elettronica
 » Questionario di comunicazione esterna
Ufficio stampa
 » Rilascio patrocinio
 » Comunicati stampa
 » Pubblicazioni
 » Gallerie fotografiche
 » Comunicazioni EE.LL.
 » Archivio documenti
 » Archivio eventi e news
Concorsi avvisi gare
 » Bandi, concorsi, incarichi
 » Albo fornitori
 » Modulistica
Area riservata
 » Dipendenti
 » Medici di Base e Pediatri
 » Portale PIU
« Indietro | Sei in: Promozione della salute > Definizione
Stampa

Definizione



Comunicare la promozione della salute

Definizione condivisa di Promozione Salute  coi referenti dei Servizi interessati il 10/07/2013

La Salute, intesa come stato di benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia, è la risultante di un complesso equilibrio tra la capacità di scelta individuale e le opportunità relazionali e sociali negli ambienti quotidiani.

La Promozione della Salute è un processo teso a favorire l’autodeterminazione nelle persone ad esercitare in modo attivo un maggior controllo sulla propria salute e i relativi elementi che la influenzano, individuali, sociali, ambientali al fine di migliorarla.
Tale obiettivo è necessariamente legato all’interazione sinergica tra quanti, istituzioni, amministrazioni, associazioni, volontariato, a vario titolo si occupano del benessere della comunità. Per il raggiungimento di tale obiettivo occorre favorire lo sviluppo di competenze e abilità individuali, il superamento delle diseguaglianze socioeconomiche e culturali, la qualificazione dell’ambiente sociale, il miglioramento dell’ambiente strutturale e organizzativo, il potenziamento della collaborazione comunitaria.
Le azioni proposte dall’ASL sono rivolte alla promozione delle principali tematiche comportamentali negli stili di vita ( attività fisica, alimentazione, affettività, lotta al tabagismo e alle dipendenze), ai rischi emergenti ( gioco d’azzardo, nuove dipendenze) e al sostegno di politiche ambientali favorevoli (quali ad esempio la sicurezza stradale, lo sviluppo piste ciclabili e pedonali, menù scolastici equilibrati, ambienti di vita e di lavoro sani).
Tali azioni si avvalgono di Reti locali che promuovono salute nelle Scuole, Ospedali, Aziende e di tavoli intersettoriali con Amministrazioni Provinciale e Comunali, Prefettura, Ufficio Scolastico Territoriale, CONI e tanti altri partner istituzionali e associativi, in coerenza con le strategie regionali.

Aree Tematiche:

- promozione dell’attività fisica,
- sicurezza stradale
- promozione stili di vita
- rete scuole che promuovono salute
- rete aziende che promuovono salute
- alimentazione corretta,
- alcol
- contrasto gioco d’azzardo
- contrasto al fumo di tabacco,
- sostanze
- nuove dipendenze
- benessere personale e sociale
- benessere animale
- prevenzione cardiovascolare
- formazione formatori e/o decisori
- sicurezza domestica


 
Promozione attività fisica
Numerose sono le evidenze di letteratura scientifica sull’efficacia a tutte le età dell’attività fisica regolare (almeno 30 minuti al giorno) di intensità moderata, intesa come quella che consente di parlare durante la sua pratica con un modesto incremento della frequenza cardiaca, del respiro e una lieve sudorazione.

Migliora lo stato di salute facendo funzionare bene il cuore, le arterie, i polmoni, la circolazione, il metabolismo; protegge così dallo sviluppo di malattie cardio-circolatorie, ipertensione, diabete, alcuni tipi di tumore, sovrappeso e obesità, rischio di cadute.
Favorisce la socializzazione, il buon umore e il mantenimento di buone condizioni di motricità.

Progetti PIL – Programmazione 2014
• Gruppi di Cammino
• Piedibus
• Pillole di salute
• Scale in salute

Fumo di Tabacco
Sono a tutti noti i danni derivanti dal fumo di tabacco. Sono quasi 4000 le sostanze tossiche contenute nel tabacco. Nonostante ciò il 20% della popolazione italiana fuma. La ragione è che il tabagismo è una dipendenza e come tale va affrontata. Pertanto i progetti di promozione della salute sono orientati verso due principali obiettivi: sfavorire l’inizio della pratica tra i giovani rinforzandone le abilità e stimolare la scelta di un percorso di disassuefazione nei fumatori.
Smettere di fumare da beneficio in ogni età: a 3 anni dalla cessazione il rischio cardio-vascolare correlato è quasi azzerato, a 10 quello tumorale.

Progetti PIL – Programmazione 2014
• Smoke free team competition
• Mamme libere dal fumo
• Counselling motivazionale breve in ambito opportunistico per la riduzione dell’abitudine tabagica e promozione di stili di vita sani (in ospedale e negli ambulatori di medicina dello sport ASL).

Sicurezza stradale
Il rischio di incidente stradale è presente nella vita quotidiana di ognuno di noi sia come pedone o ciclista, che motociclista, automobilista ed è fortemente correlato ai comportamenti individuali: in particolare la distrazione (vedi uso di cellulare), la velocità, la mancanza di distanza di sicurezza, l’uso di alcol ed altre sostanze, la perdita di controllo del mezzo.
L’incidente stradale è spesso la concatenazione di plurime mancate prevenzioni. La promozione di una cultura della sicurezza stradale coinvolge diversi attori quali Amministratori, Prefettura Polizie Locali, FFO, insegnanti, ACI, UP Motorizzazione, associazioni di volontariato: deve necessariamente avvalersi dell’integrazione tra interventi di prevenzione e di controllo.
Fondamentale è la conoscenza e coscienza del rischio attraverso percorsi educativo/esperienziali in ambito scolastico. L’ASL garantisce percorsi di formazione dei formatori ( insegnanti, polizia locale. volontari). Parimenti importante risulta offrire opportunità per la cessazione del rischio nei guidatori fermati per superamento dei limiti di alcol.

Progetti PIL – Programmazione 2014
• Promozione sicurezza stradale

Promozione stili di vita sani
Tale area tematica ricomprende i progetti che per loro natura hanno caratteristiche di trasversalità rispetto ai principali stili di vita e pertanto non sono riconducibili ad una sola specifica area d’intervento. Obiettivo di tali progetti è stimolare un approccio globale alla salute favorito dalla conoscenza dei principali fattori di rischio e dei relativi comportamenti protettivi. Gli interventi si rivolgono sia alla popolazione generale che a gruppi particolari.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
• Testimonial di salute
• Prevenzione cardio-vascolare integrata ospedale-territorio
• 2 minuti per la tua salute
• Stili di vita nel paziente oncologico

Rete Lombarda delle Scuole che Promuovono Salute (SPS)
La consolidata tradizione di intervento del personale dell’Asl nelle scuole ha visto una importante evoluzione con l’avvento della Rete Lombarda delle Scuole che Promuovono Salute.
Tale programma prevede l’assunzione della titolarità nel governo dei processi di salute, e quindi nella definizione di priorità, obiettivi, strumenti, metodi, che si determinano nel proprio contesto - sul piano didattico, ambientale-organizzativo, relazionale - così che benessere e salute diventino reale "esperienza" nella vita delle comunità scolastiche. In tale percorso l’Asl assume un ruolo di accompagnamento mettendo a disposizione le evidenze scientifiche in materia di salute e condividendo i percorsi progettuali, finalizzati a sviluppare le competenze individuali, qualificare l’ambiente sociale, migliorare l’ambiente strutturale e organizzativo, rafforzare la collaborazione con la comunità.
La "Scuola lombarda che promuove salute":
- sostiene nell'ambito della determinazione territoriale dei curricoli l'inserimento delle tematiche relative alla salute e lo sviluppo delle correlate competenze;
- attiva un processo di auto-analisi in relazione ai diversi determinanti di salute così da definire il proprio "profilo di salute";
- pianifica il proprio processo di miglioramento individuando priorità ed obiettivi;
 - mette in atto azioni fondate su evidenze di efficacia e/o buone pratiche validate;
 - monitora il processo intrapreso e valuta i risultati sulla base dei quali ridefinisce gli obiettivi;
- attiva il dialogo all' esterno valutando tutte le opportunità a sostegno del percorso di miglioramento.
Anche nella provincia di Lecco è attiva una Rete locale SPS.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
- Rete SPS
- Peer education

Rete Aziende che Promuovono Salute (WHP)
La realizzazione in corso di una rete locale di Aziende che Promuovono Salute (WHP) consentirà di offrire alla popolazione adulta dei lavoratori opportunità per il contrasto dei “determinanti maggiori” (fumo, alimentazione, attività fisica, alcol, sostanze) cui si integrano sicurezza stradale e benessere personale/sociale attraverso una cooperazione multisettoriale e multidisciplinare che vede l’impegno di datori di lavoro, lavoratori, società, medico competente.

Il WHP si realizza attraverso miglioramenti dell’organizzazione e dell’ambiente di lavoro, promozione della partecipazione attiva e sostegno allo sviluppo personale secondo un “manuale” che individua 6 Aree Tematiche di miglioramento:
- alimentazione corretta,
- contrasto al fumo di tabacco,
- promozione dell’attività fisica,
- sicurezza stradale e mobilità sostenibile,
- alcol e sostanze,
- benessere personale e sociale
Le Aziende che aderiscono alla Rete si impegnano, sostenute dall’ASL,  a promuovere azioni di miglioramento per almeno 2 tematiche di salute ogni anno, completando così entro 3 anni un percorso virtuoso di promozione della salute rivolto non solo ai lavoratori, ma anche alle loro famiglie e verso la comunità.
 
Alimentazione corretta
L’alimentazione è riconosciuta come uno dei maggiori determinanti di salute o di malattia: una corretta alimentazione prevede il consumo di una quantità di energia pari alle proprie necessità ottenuta da una dieta varia, ricca in vegetali (frutta e verdura), cereali e cibi amidacei integrali, con un consumo modesto di cibi di origine animale (carni, latticini e uova) e povera in sale. Gli eccessi e gli squilibri alimentari che portano al sovrappeso ed all’obesità fanno spesso parte delle abitudini scorrette che favoriscono l’insorgenza di diabete, arteriosclerosi ed infarto, osteoporosi, e di alcune forme di tumore (es. il tumore del colon).
Il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) promuove il consumo di cibi salutari in tutte le occasioni alimentari della giornata (compresi gli spuntini) ed in tutti i contesti di vita: a scuola, sul lavoro, in famiglia.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
- Snack salutari
- Pane con meno sale
- Tumore del colon e dieta
- Aziende che promuovono salute
- Sorveglianza nutrizionale in età pediatrica su sovrappeso e obesità
- Promozione di corrette abitudini alimentari in ristorazione collettiva
- Okkio alla salute

Alcol       
In questi anni, tenendo conto anche della rilevanza sociale del problema, uno degli ambiti prioritari di intervento del Servizio Alcologia, è stato quello relativo all’area “Alcol e Guida”. All’interno dell’Azienda, in collaborazione con il Servizio di Medicina Legale, è stata attivata una procedura di intervento finalizzata al trattamento delle persone che sono state fermate per guida in stato d’ebbrezza con lo scopo di informare e sensibilizzare sui rischi del consumo alcolico anche quelle persone che non si rivolgerebbero autonomamente al Servizio, ma che di fatto hanno sviluppato un problema con l’alcol. Il dato relativo alle persone inviate conferma un aumento di bevitori poco consapevoli dei rischi legati al consumo di bevande alcoliche in generale e in particolare correlato alla guida dei veicoli.   Le problematiche alcol correlate costituiscono dal 2007 il principale motivo di visita per cui la popolazione accede alla Commissione Medico Locale Patenti.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
• Corsi informativi “Alcol e sicurezza alla guida”


Contrasto gioco d’azzardo 
Secondo  l’ultima la relazione del Dipartimento Politiche antidroga  il 54 % degli italiani ha giocato d’azzardo negli ultimi 12 mesi almeno una volta, i giocatori problematici rappresentano il 1,27 -3,8 % della popolazione ( 18% nei giovani 15-19 anni, indagine SPS 2011)  e tra lo 0,5 – 2,2 % si colloca la percentuale dei giocatori d’azzardo patologici. La provincia di Lecco è al 19° posto come spesa procapite annua con 1360 euro, si stima che in provincia di Lecco siano circa 2200 le slot machine istallate. I costi sanitari sono stati valutati ( fonte: Matteo Iori Conagga) in 5490 miliardi suddivisi fra costi sanitari, diretti e indiretti  e costi relativi alla perdita in qualità della vita.

I progetti di promozione protezione  della salute in questo ambito sono orientati verso due principali obiettivi:
• Diffondere una cultura che protegga le persone dai rischi derivanti dal gioco d’azzardo attraverso la veicolazione di informazioni corrette
• portare a conoscenza la popolazione della possibilità di trattamento delle problematiche correlate al gioco d’azzardo favorendone l’accesso 


Sostanze  
I dati del consumo di sostanze stupefacenti evidenziano una situazione caratterizzata dalla diffusione del consumo di sostanze stupefacenti nelle fasce giovanili della popolazione e in contesti di “normalità”, da una alta e variegata offerta di sostanze sul mercato, dalla scarsa percezione del rischio e dell’illecito, dall’utilizzo di queste sostanze considerato come parte integrante della vita. La prevenzione dell’utilizzo di sostanze stupefacenti illecite necessita di interventi che non si limitino al solo aspetto informatico ma siano efficaci e sappiano affrontare la complessità del fenomeno. In particolare è importante intervenire precocemente rafforzando soprattutto i fattori di protezione che mettono in grado le persone di riuscire ad affrontare in modo adeguato le situazioni problematiche della loro esistenza.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
• Life Skill Training Program Lombardia
 

Nuove dipendenze    
Le nuove dipendenze, o “new addictions”, comprendono tutte quelle forme di dipendenza in cui non è implicato l’intervento di alcuna sostanza chimica. L’oggetto della dipendenza, infatti, è in questo caso un comportamento o un’attività lecita e socialmente accettata. Per la maggioranza delle persone queste attività rappresentano parte integrante del normale svolgimento della vita quotidiana. Tuttavia, per alcuni individui possono assumere caratteristiche problematiche, fino a provocare gravi conseguenze. Negli ultimi anni si è assistito ad un'enorme diffusione di queste dipendenze comportamentali, tanto che la letteratura scientifica non ha potuto fare a meno di rivolgervi il proprio interesse. Alcune new addictions sono, ad esempio, le dipendenze tecnologiche e da internet, dallo shopping, dal sesso, dal lavoro, i disturbi del comportamento alimentare.
E’ difficile comunque trovare dati concordanti riguardo sia alla definizione che alla diffusione di questi comportamenti. Per questi motivi all’interno dell’ASL di Lecco, al momento, non sono in atto progetti o programmi su questi argomenti.


Benessere personale e sociale
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto da tempo l’accento su una concezione di salute che non sia solo assenza di malattia, ma che preveda strategie per il mantenimento o miglioramento dello stato fisico, mentale e sociale. Il benessere psicologico è quindi un costrutto che include diverse dimensioni, sia psichiche, sia fisiche che sociali. Non si tratta di scoprire quale sia più importante, ma come operano sinergicamente. Il Benessere Psicologico è una condizione in cui l'individuo è in grado di:
• promuovere e sfruttare le sue capacità cognitive, fisiche ed emozionali, per rispondere alle esigenze della vita di ogni giorno;
• stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri;
•  adattarsi costruttivamente alle condizioni esterne e ai conflitti interni.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
• Noi con voi
• Ragazzi in consultorio


Benessere animale  

Il benessere derivante dal rapporto tra uomo e animale, oltre ai benefici effetti della pet-therapy, costituisce stimolo educativo rispetto a comportamenti positivi, anche attraverso la conoscenza dei doveri che il possesso di un animale comporta. È nota la crescita del benessere psicologico e sociale collegato alla convivenza con gli animali. Si propone parimenti un percorso di conoscenza della specificità e delle regole comportamentali con l’animale, propedeutica a pratiche individuali e comunitarie finalizzate al rispetto e alla socializzazione che costituiscono un vero e proprio arricchimento culturale,

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
- Gli animali sono anche  salute e medicina

Prevenzione cardiovascolare
La previsione di vita in Italia è di circa 80 anni, ma negli anni ci si può ammalare, con conseguenze anche invalidanti. Le cure possono non essere in grado di restituire lo stato di salute. Molte malattie cardiovascolari e neoplastiche sono correlate ai nostri comportamenti (alimentazione, sedentarietà, fumo). Conoscere i comportamenti dannosi consente di attuare per tempo le scelte giuste per la nostra salute. Uno stile di vita corretto è un investimento sicuro per la salute, anche a breve termine. Ad ogni età si possono conseguire vantaggi aggiuntivi anche rispetto alle eventuali terapie mediche: è sempre il momento giusto per iniziare.

Progetti PIL – Programmazione 2012 - 2014
• Prevenzione cardio-vascolare integrata ospedale-territorio (Progetto HPH & HS)
• 2 minuti per la tua salute (HPH & HS in ambito rete farmacie)
• Counselling motivazionale breve in ambito opportunistico per la riduzione dell’abitudine tabagica e promozione di stili di vita sani

Formazione formatori e/o decisori
Il fenomeno mutevole delle dipendenze rende insufficiente un sistema di intervento basato esclusivamente sull’azione e l’intervento dei servizi specialistici, è necessario ampliare il numero dei soggetti e degli attori in gioco, sviluppare un “pensiero comune” e condividere e applicare le strategie e le indicazioni di una prevenzione efficace.
Occorre che il territorio si faccia carico dell’azione preventiva, per fare ciò è sempre più necessario formare dei soggetti (insegnanti, amministratori, operatori, volontari …) che siano in grado di effettuare interventi di prevenzione efficaci nel proprio ambito.
In questo modo ci sarà un’azione di prevenzione diffusa sul territorio e attraverso l’effetto moltiplicatore dell’azione preventiva il territorio diventerà protagonista della promozione alla salute dei propri cittadini.


documentidocumenti
     DocsComunicare la promozione della salute. Definizione condivisa di Promozione Salute coi referenti dei Servizi Docs   » Vai
     DocsPIL Piano integrato locale degli interventi di promozione della salute Docs   » Vai
© 2005-2017 Agenzia di tutela della salute (ATS) Brianza - Sede territ. di Lecco - Tutti i diritti riservati
Centralino: 0341 482.111 | email: info@asl.lecco.it - PEC: protocollo@pec.asl.lecco.it
Sede Legale: viale Elvezia 2 – 20900 Monza - C.F. e P.IVA 09314190969
 

Clicca per validare il codice XHTML Clicca per validare il foglio di stile CSS Icona di conformita' 'Livello A', WCAG 1.0