ATS Brianza (ex ASL Lecco)  
TrovaCERCA 
  SEDI E ORARIPRESTAZIONIMEDICIFARMACIESTRUTTURERSA 
 mer 29 marzo 2017
Azienda
 » Presentazione
 » Direzione
 » Dipartimenti
 » Distretti
 » Presìdi
 » Codice etico
 » Documenti, studi, relazioni
Servizi ai cittadini
 » Animali - Canile online
 » Animali
 » Amministratore di sostegno
 » Assistenza Farmaceutica
 » Assistenza Protesica
 » Assistenza Sanitaria
 » Balneabilità
 » Bollettino Pollini
 » Conciliazione
 » Consultori familiari
 » Cure domiciliari
 » Dipendenze
 » Disabili e Valutazione Fragilità
 » FAQ
 » Farmaci
 » Formazione
 » Guardia medica
 » Il medico e il pediatra
 » Invalidità civile
 » Laboratorio di Prevenzione
 » Libera professione
 » Malattie infettive
 » Malattie rare
 » Medicina dello Sport
 » Rimborsi
 » Salute mentale
 » Screening oncologici
 » Sociale
 » Ticket
 » Terme
 » Trapianti
 » Trasporto sanitario
 » Vaccinazioni
Servizi alle aziende
 » Comitato Provinciale di Coordinamento Salute Sicurezza Ambienti di Lavoro
 » Allevamenti e zootecnia
 » Ambienti di vita e abitato
 » SCIA
 » Impiantistica
 » Laboratorio di Prevenzione
 » Sicurezza alimentare
 » Sicurezza luoghi di lavoro
 » Visite fiscali
 » FAQ
Risorse sul territorio
 » Prestazioni ASL
 » Sedi ASL e orari
 » Tempi d'attesa
 » Medici di famiglia
 » Farmacie e turni
 » RSA - Case di riposo
 » Strutture accreditate
Promozione della salute
 » Coord prov Promosal
 » Definizione
 » Alcol
 » Alimentazione corretta
 » Benessere animale
 » Benessere psicologico
 » Contrasto gioco azzardo
 » Contrasto al fumo
 » Formatori/decisori
 » Nuove dipendenze
 » Prev. cardiovascolare
 » Attività fisica
 » Stili di vita
 » Rete aziende WHP
 » Rete scuole SPS
 » Sicurezza domestica
 » Sicurezza stradale
 » Sostanze
 » Bacheca della salute
 » Gallerie fotografiche
 » Questionari stili di vita
Pubblicità legale
 » Albo aziendale
Carta dei Servizi
 » Carta dei servizi
 » Dip. Amministrativo
 » Dip. Fragilità
 » Dip. Programmazione Acquisto e Controllo
 » Dip. Cure Primarie
 » Dip. di Prevenzione Medica
 » Dip. di Prevenzione Veterinaria
 » Dip. Attività Socio Sanitarie Integrate - ASSI
 » Dip. delle Dipendenze
Contatti
 » URP - Uff. Relazioni Pubblico
 » Scrivi alla ASL
 » Ufficio pubblica tutela
 » Indirizzi posta elettronica
 » Questionario di comunicazione esterna
Ufficio stampa
 » Rilascio patrocinio
 » Comunicati stampa
 » Pubblicazioni
 » Gallerie fotografiche
 » Comunicazioni EE.LL.
 » Archivio documenti
 » Archivio eventi e news
Concorsi avvisi gare
 » Bandi, concorsi, incarichi
 » Albo fornitori
 » Modulistica
Area riservata
 » Dipendenti
 » Medici di Base e Pediatri
 » Portale PIU
« Indietro | Sei in: Risorse sul territorio > Prestazioni ASL > Scheda prestazione
Stampa

Scheda prestazione

   
Nome
Amministratore di sostegno

Categoria
Disabili

Descrizione
L’Amministrazione di Sostegno è un istituto per la tutela delle persone fragili introdotto con la legge 9 gennaio 2004, n.6.
L’Amministratore di Sostegno viene nominato per accompagnare, assistere, rappresentare e proteggere una persona (chiamata beneficiario) che manca in tutto o in parte di autonomia nel compimento di determinati atti. E’ legato al beneficiario da vincoli di solidarietà e fiducia.
 
Chi può fare l’Amministratore di Sostegno?
• una persona designata dal beneficiario o dal genitore
• un familiare
• un volontario o un professionista ritenuto idoneo dal Giudice Tutelare
• il legale rappresentante (o un suo delegato) di un’associazione, di una fondazione, di un’organizzazione di volontariato
• l’amministratore dell’Ente locale
• l’operatore socio-sanitario che non abbia in cura o in carico il beneficiario.
 
Chi può presentare il ricorso per la nomina?

La domanda (ricorso), da depositarsi in Tribunale per la nomina dell’Amministratore di Sostegno, può essere presentata da:
• beneficiario stesso
• coniuge
• persona stabilmente convivente
• parenti entro il quarto grado (figli, genitori, fratelli, nonni, zii, cugini)
• affini entro il secondo grado (suoceri, generi, nuore, cognati)
• operatori di servizi socio-sanitari
• tutore o curatore
• Pubblico Ministero
 
 
Chi sceglie l’Amministratore di Sostegno?
L’Amministratore di Sostegno è scelto dal Giudice Tutelare che tiene conto esclusivamente della tutela e degli interessi del beneficiario.
Il suo nominativo può essere segnalato dal beneficiario o dalle persone che presentano ricorso.
 
 
Quali atti compie l’Amministratore di Sostegno?
L’Amministratore di Sostegno compie gli atti che sono specificati nel decreto di nomina e che possono riguardare:
• la cura del beneficiario (sostegno nella gestione di attività ordinarie; scelta e gestione di collaboratori familiari; proposta e scelta della collocazione abitativa in struttura residenziale; consenso informato)
• la gestione del suo patrimonio (es. riscossione della pensione, pagamento dell’affitto, di tasse e bollette per utenze, gestione dei risparmi)
• il rendiconto annuale al Giudice Tutelare.
 
L’Amministratore di Sostegno può agire in nome e per conto del beneficiario o supportarlo nelle scelte che può compiere, tenendo conto dei suoi desideri, delle sue aspirazioni e delle sue possibilità, operando sulla base di un vincolo di fiducia che lo lega allo stesso.
 
L’Amministratore di Sostegno deve:
• conoscere e comprendere le aspirazioni, i bisogni, e le esigenze del beneficiario
• evitare atti o scelte che possono rivelarsi dannosi al beneficiario
• agire con diligenza e cura
• informare il beneficiario sugli atti da compiere, confrontarsi con lui e, in caso di disaccordo, informarne il Giudice
• mantenere un rapporto di collaborazione con i Servizi coinvolti.
 
Quanto dura la carica di Amministratore di Sostegno?
Se è un familiare, non ci sono limiti di durata del suo incarico.
Se non è un familiare, la durata del suo incarico può essere precisata nel decreto di nomina e comunque non vi è obbligo di prosecuzione oltre i dieci anni.
L’Amministratore di Sostegno può essere esonerato dall’ufficio, anche su sua richiesta, per amministrazione eccessivamente gravosa e può essere sostituito con altro amministratore. Può essere rimosso o sospeso dall’ufficio se sia stato negligente o inadeguato nell’adempimento dei compiti o abbia abusato dei suoi poteri.
La legge non prevede un compenso economico per le prestazioni svolte dall'Amministratore di Sostegno.
 
 
L’ASL di Lecco nel luglio 2008 ha costituito l’Ufficio di Protezione Giuridica (UPG) quale punto di riferimento per fornire informazioni sull'Amministratore di Sostegno.
 
L’Ufficio di Protezione Giuridica

- garantisce ai cittadini, ai familiari, agli amministratori pubblici e agli operatori sociali di servizi ed enti del territorio, informazioni e consulenza per conoscere e accedere all’istituto dell’Amministrazione di Sostegno;
- svolge attività di segreteria fissando gli appuntamenti presso gli Sportelli informativi sull’Amministratore di Sostegno di Bellano, Lecco e Paderno D’Adda, gestiti dalle associazioni di volontariato che collaborano con l’ASL e con le altre istituzioni per realizzare un sistema territoriale di protezione giuridica.
    
Ufficio di Protezione Giuridica
ASL di Lecco
Corso Carlo Alberto, 120 - 23900 Lecco
Orari:
Mercoledì  9.00-12.00 e 14.00-16.00
Venerdì    9.00-12.00
 
Tel. 0341/482398
e-mail: protezione.giuridica@asl.lecco.it


Ufficio / Denominazione aziendaleIndirizzoRecapiti
Distretto di LeccoDistretto di Lecco
» Servizio Continuità Assistenziale
Corso Carlo Alberto, 120
23900 Lecco
Mappa - Direzioni (si apre in finestra esterna)Mappa
Tel. 0341 482398
Fax 0341 482211
Indirizzo emailcontinuita.assistenziale@asl.lecco.it - coas@asl.lecco.it
 
c/o Centro Comm. "Le Piazze".

© 2005-2017 Agenzia di tutela della salute (ATS) Brianza - Sede territ. di Lecco - Tutti i diritti riservati
Centralino: 0341 482.111 | email: info@asl.lecco.it - PEC: protocollo@pec.asl.lecco.it
Sede Legale: viale Elvezia 2 – 20900 Monza - C.F. e P.IVA 09314190969
 

Clicca per validare il codice XHTML Clicca per validare il foglio di stile CSS Icona di conformita' 'Livello A', WCAG 1.0